Ritorno a Trieste

( Sing: Lelio Luttazzi )
( Author: Lelio Luttazzi - 1968 )

Listen all songs of Lelio Luttazzi

  • Ritorno a Trieste - Lelio Luttazzi

 Please, translate this lyrics

Original


Finalmente me son deciso,
finalmente ghe son tornado,
go ciapa' l'areoplan delle nove
e son parti' per la mia cittą.

Go girado per giorni e notti
per veder tutte le contrade,
tutti i loghi dove passavo in un'etą
che purtroppo mai pił ritornerą.

Sono andato a Vassola,
sono andato a Scorcola,
sono andato a Servola
e go visto il mio mar.

E tuta la gente
che incontravo
e che me salutava,
gavevo tanta voja de basar.

Sono andato a Miramar,
sono andato a Occhina,
go magna' luganighe
con polenta e fasoi.

E non so se č per quel che i miei occhi vedeva,
ho perduto quel vin che bevevo,
mi gavevo 'sta voja de pianger
che sento anche adesso davanti a voi.

Sarą che pił che se diventa veci,
pił che se diventa veci,
pił se ga voja de pianger
come i fioi.

Sarą che pił che se diventa veci,
pił che se diventa veci,
pił se ga voja de pianger
come i fioi.

E tuta la gente
che incontravo
e che me salutava,
gavevo tanta voja de basar.

Sono andato a Miramar,
sono andato a Occhina,
go magna' luganighe
con polenta e fasoi.

E non so se č per quel che i miei occhi vedeva,
ho perduto quel vin che bevevo,
mi gavevo 'sta voja de pianger
che sento anche adesso davanti a voi.

Sarą che pił che se diventa veci,
pił che se diventa veci,
pił se ga voja de pianger
come i fioi.

Sarą che pił che se diventa veci,
pił che se diventa veci,
pił se ga voja de pianger
come i fioi.

* Incorrect validation number! Please type 6

     
 

Musica Italiana Copyright 2006-2017 "Pino Ulivi". Design, content and publication of "Leo Caracciolo"

The songs in Italian are to their respective owners.