Voga e và

( Canta: Ruggero Scandiuzzi )
( Autori: Concina - Cherubini - 1954 )
( Conhecida também como "Gondolier")

  • Voga e và - Ruggero Scandiuzzi

 

Originale


Venezia rassomiglia ad una sposa
vestita di merletti di Murano,
sospiri tra le gondole festose
dal Lido alla laguna,
sposi ed amanti, buona fortuna.

Voga e va gondolier,
canta il cor:
"Non posso andar più via
perché, Venezia mia,
m’hai fatto innamorar".

Ho visto due colombe andare in alto,
parevan fare il nido in Paradiso
e son tornate a notte su Rialto
ed han lanciato un grido:
"Venezia nostra sei il più bel nido".

Voga e va gondolier,
canta il cor:
"Non posso andar più via
perché, Venezia mia,
m’hai fatto innamorar".

C'è un vecchio gondolier di Santa Crose
che piange quando passa la regata,
lui più non può remar ma spinge a voce
le gondole in ghirlanda,
lui ch’era il primo sul Canal Grande.

Voga e va gondolier,
canta il cor:
"Non posso andar più via
perché, Venezia mia,
m’hai fatto innamorar".

Voga e va gondolier,
canta il cor:
"Non posso andar più via
perché, Venezia mia,
m’hai fatto innamorar".