Un uomo e una valigia

( Canta: Mino Reitano )
( Autori: F.Reitano - M.Reitano - 1970 )

Ascolta tutte le canzoni di Mino Reitano

  • Un uomo e una valigia - Mino Reitano

 

Originale


Una valigia accanto,
rossi di pianto son gli occhi tuoi.
Sole, lassù
brilli più che mai.

Negli occhi avevo una grande città,
nel cuore i sogni di questa età.
Ad aspettarmi:
la verità.

Le ruote del treno cantavano,
insieme a me ripetevano:
Amore torno,
amore, ritorno da te.

Giorni di nebbia
passati col vuoto nel cuore.
Lettere amare,
mi sento morire, amore.

Vedi che va sempre male
e devi sperare.
Come è difficile piangere
e intanto cantare.

Poi d'improvviso
un miracolo,
tante persone mi applaudono,
i fari sul palco si accendono.

Sopra il giornale un'immagine,
io che sorrido da piccolo.
Il mondo è mio,
posso prenderlo.

Non ho più il tempo di scriverti
ma non temere, non piangere,
amore torno,
amore, ritorno da te.

Anche gli applausi si spengono,
tenersi a galla
è difficile,
tutti gli amici spariscono.

Un giorno arriva una lettera.
Chi vuole bene
sa attendere:
"Torna se hai ancora bisogno di me".

Le ruote del treno che cantano
insieme e me ti ripetono:
Amore torno,
amore, ritorno da te.

Alla stazione dapprima
io vedo mia madre.
C'è accanto un uomo che sembra
un pò stanco: mio padre.

Cerco con gli occhi qualcuno
e non vedo nessuno.
Sono in ritardo forse anche
per chieder perdono.

Dietro di me sento correre,
vedo un sorriso, due lacrime
e le tue braccia mi stringono.
Come sei bella, sei un angelo!

Come sei bella, sei un angelo!
Come sei cara, sei un angelo!
Io sto ridendo e piangendo con te!
Io sto ridendo e piangendo con te!

     
 

Musica Italiana Copyright 2006-2017 "Pino Ulivi". Progetto, contenuto y pubblicazione da parte de "Leo Caracciolo"

Le canzoni in italiano sono dei loro rispettivi autori.