Siberiana

( Canta: il tenore Daniele Serra )
( Autori: Cherubini - Bixio - 1935 )

 

Originale


Dorme la Siberia nella bianca infinità
mentre una canzone misteriosa al vento va.
Canta Ivana ai giovani pastor,
ma un cosacco con la febbre in cor
ascolta pallido la bella zingara
e a lei sospira con languor:

“Piccola bionda Ivana, lontana in un nido d’amor,
bambola siberiana, sovrana sarai del mio cuor
e la tristezza ci vincerà là nella folle città.
Suona la balalaika, la steppa nel cuor rivivrà”.

Là nella Siberia, sotto il lento nevicar,
cantano i ribelli tra i baglior dei focolar.
Colmo è già di wischy ogni bicchier,
piange Ivana sola nel mister,
più non dimentica la voce flebile
del suo cosacco prigionier:

“Piccola bionda Ivana, lontana in un nido d’amor,
bambola siberiana, sovrana sarai del mio cuor
e la tristezza ci vincerà là nella folle città.
Suona la balalaika, la steppa nel cuor rivivrà”.

Là nella Siberia senza sole e senza amor,
sulla balalaika piange Ivana e aspetta ancor.
Guarda quanta neve scende giù
ma il cosacco non ritorna più!

     
 

Musica Italiana Copyright 2006-2017 "Pino Ulivi". Progetto, contenuto y pubblicazione da parte de "Leo Caracciolo"

Le canzoni in italiano sono dei loro rispettivi autori.