Polvere

( Canta: Giorgio Consolini )
( Autori: A. Galletti - M. Micheletti - 1954 )

 

Originale


Fiorivano le rose
nel piccolo giardino,
in mezzo a quelle rose
ci perdevamo nel nostro amor.

Ed ora, all'improvviso,
tu sei andata via
e m'hai lasciato solo
in compagnia del mio dolor.

Polvere,
e nient'altro che polvere,
ecco soltanto che cosa rimane
di questo amor.

Le labbra frementi,
di baci tremanti che amavo di pi,
ancora le cerco, ancora le voglio.
Ma dove sei tu?

Solamente la polvere
ed il gelo nell'anima
tutto quanto mi resta d'un sogno
che pi non c'.

La scena vuota,
la commedia finita,
follemente t'ho amato, t'ho dato la vita
e ora tu la togli a me.

E cadono le foglie
nel povero giardino,
il vento le raccoglie,
le porta via, lontan, lontan.

polvere di foglie,
polvere d'amore,
polvere di sogni
sognati invano, vissuti invan.

Le labbra frementi,
di baci tremanti che amavo di pi,
ancora le cerco, ancora le voglio.
Ma dove sei tu?

La scena vuota,
la commedia finita,
follemente t'ho amato, t'ho dato la vita
e ora tu la togli a me.

     
 

Musica Italiana Copyright 2006-2017 "Pino Ulivi". Progetto, contenuto y pubblicazione da parte de "Leo Caracciolo"

Le canzoni in italiano sono dei loro rispettivi autori.