Padam, padam

( Canta: Nilla Pizzi )
( Autori: Glanzber - Contet - 1952 )

Ascolta tutte le canzoni di Nilla Pizzi

  • Padam, padam - Nilla Pizzi

 

Originale


Padam, padam, padam.
Padam, padam, padam.

Un bel motivetto d'amor
ho sempre racchiuso nel cuor.
Mi sveglia sul primo mattin,
m'insegue, mi resta vicin.

Un giorno mi renderà folle,
ma non so spiegarmi il perchè.
È musica senza parole
che parlan ancor prima di me.

Notte e dì, sempre così:

Padam, padam, padam,
come un eco che vien da lontan.
Padam, padam, padam,
mi trascina, mi prende per man.

Padam, padam, padam,
di sfuggire io tento, ma invan.
Ritornello che, prima di terminar,
m'invita a ricominciar.

Mi dice "Ricordati ancor
le mille lusinghe d'amor,
rimpiangere devi anche tu
i sogni di un tempo che fu."

Mi fa ricordare i vent'anni,
l'attesa di un sì o di un no,
le dolci bugie e gli inganni,
il vuoto che in cuore restò.

Notte e dì, sempre così!

Come un eco che vien da lontan.
Mi trascina, mi prende per man.

Padam, padam, padam,
per le strade mi viene a incontrar.
Ritornello che prende e riprende ancor
e canta, canta nel cuor.