La Valsugana

( Canta: Coro della S.A.T. )
( Canto Popolare Trentino di Autore Anonimo )

 

Originale


Quando anderemo fora,
fora de la Valsugana.
Quando anderemo fora,
fora de la Valsugana.
E a ritrovar la mama,
a veder come la sta.
E a ritrovar la mama,
a veder, come, come la sta.

La mama la sta bene,
il papā l'č ammalato.
La mama la sta bene,
il papā l'č ammalato.
Il mio bel partė soldato,
chi sa quando tornerā.
Il mio bel partė soldato,
chi sa quando mai ritornerā.

Tuti i me dis che lu 'l s'č
zercā zā n'altra morosa.
Tuti i me dis che lu 'l s'č
zercā zā n'altra morosa.
L'č 'na storia dolorosa
che mi credere non so.
L'č 'na storia dolorosa
che mi cre, mi credere non so.

Mi no la credo, ma se
'l fussa propi, propi vera.
Mi no la credo, ma se
'l fussa propi, propi vera,
biondo o moro ancor stasera
'n altro merlo troverō.
Biondo o moro ancor stasera
'n altro merlo, mi me troverō!

Italiano corrente


Quando saremo fuori,
fuori dalla Valsugana.
Quando saremo fuori,
fuori dalla Valsugana.
E a trovare la mamma,
per vedere come sta.
E a trovare la mamma,
per vedere come, come sta.

La mamma sta bene,
il papā č ammalato.
La mamma sta bene,
il papā č ammalato.
Il mio bello partė soldato,
chissā quando tornerā.
Il mio bello partė soldato,
chissā quando mai tornerā.

Tutti mi dicono che lui si
č cercato giā un'altra fidanzata.
Tutti mi dicono che lui si
č cercato giā un'altra fidanzata.
Č una storia dolorosa
che io credere non so.
Č una storia dolorosa
che io credere, credere non so.

Io non ci credo, ma se
fosse proprio, proprio vero.
Io non ci credo, ma se
fosse proprio, proprio vero,
biondo o moro, giā stasera,
un altro merlo troverō.
Biondo o moro, giā stasera,
un altro merlo io mi troverō!