La mazurca della nonna

( Canta: Achille Togliani )
( Autori: C. A. Bixio - Cozzoli - 1948 )

Ascolta tutte le canzoni di Achille Togliani

  • La mazurca della nonna - Achille Togliani

 

Originale


Quando senti un'orchestrina,
tra una danza americana,
che strimpella una mazurca
dall'aria paesana,
pensi allora alla "quadriglia"
d'un bel tempo che pass˛,
quando usava la "pariglia" attaccata ai "land˛",
quando non c'erano i "tanghi" e i "fox-trot".

Ah! La mazurca
che ballava la mia nonna,
con le trecce a penzoloni
e con i mutandoni sotto la sua gonna.
Quando mio nonno,
per baciare la sua mano,
non usava la scaletta
ma la bicicletta fino al primo piano.

I giovincelli,
di vent'anni o poco pi¨,
com'eran belli
coi baffoni per l'ins¨.
Ah! La mazurca
d'un bel tempo assai lontano,
quando prima di sposarsi
stavano a guardarsi con le mani in mano.

Or si balla la "Carioca"
il sassofono rimbomba,
ma mio nonno suona ancora
il grammofono a tromba.
Pensa, ahimŔ, con nostalgia,
all'antica giovent¨,
quando allora ogni "Maria" non era "Mari¨".
Com'era bello quel tempo che fu!

Ah! La mazurca
che ballava la mia nonna,
quando al Valle ed al Manzoni
c'era giÓ Falconi e Galli prima donna.
Quando mio nonno,
caporal di fanteria,
stava quattro giorni in posa
per mandare a Rosa la fotografia.

FinchŔ il progresso
l'automobile invent˛.
Oh che successo
la vertigine, lo sport.
Allor mio nonno
divorava monti e valli,
tre chilometri in un'ora
con la due cilindri a cinque o sei cavalli.