I Trulli di Alberobello

( Canta: Aurelio Fierro )
( Autori: Bindi - Ciocca - 1958 )

Ascolta tutte le canzoni di Aurelio Fierro

  • I Trulli di Alberobello - Aurelio Fierro

 

Originale


Sotto i Trulli di Alberobello
trullallero lallero lallà.

Se percorri la terra pugliese,
ad un tratto ti fermi a guardar
uno strano fiabesco paese
che ti sembra di sognar.

Hanno i tetti a forma di cono
nel cielo sereno di Alberobello,
mentre guardi tu senti un monello
che passa vicino cantando coś:

Sotto i Trulli di Alberobello
che l'han reso famoso nel mondo
non ha cuor chi non canta giocondo
trullallero lallero lallà.

Sotto i Trulli di Alberobello
s'è felici pur senza una lira,
forse è colpa di un certo vinello
che fà dir trullallero lallà.

Guardando quei Trulli
nei prati smaglianti di fior viva i fior,
si torna fanciulli
si crede alle favole ancor.

Sotto i Trulli di Alberobello
pur le coppie che fanno all'amore
fan, baciando e stringendosi al cuore,
trullallero lallero lallà.

D'una bimba di Alberobello
un riccone stranier s'invagh́,
lei sorrise e lui come un agnello
in un Trullo la segú.

Da quel giorno i lontani parenti
gli scrivon piangenti: "Ritorna in famiglia",
lui risponde: "Qui sto a meraviglia,
non state in pensiero e cantate coś":

Sotto i Trulli di Alberobello
che l'ha reso famoso nel mondo
non ha cuor chi non canta giocondo
trullallero lallero lallà.

Sotto i Trulli di Alberobello
pur le coppie che fanno all'amore
fan baciando e stringendosi al cuore
trullallero lallero lallà.

Trullallero lallero lallà!