Er barcarolo romano

( Canta: Lando Fiorini )
( Autori: P. Pizzicaria - R. Balzani - 1926 )

Ascolta tutte le canzoni di Lando Fiorini

  • Er barcarolo romano - Lando Fiorini

 

Originale


Quanta pena stasera
c'è sur fiume che fiotta così,
disgrazziato chi sogna e chi spera,
tutti ar monno dovemo soffrì',
ma si n'anima cerca la pace,
può trovalla sortanto che quì.

Er barcarolo va contro corente
e quanno canta, l'eco s'arisente.
Si è vero, fiume, che tu dai la pace,
fiume affatato, nun me la nega'.

Più d'un mese è passato
che na sera je dissi a Nine'
"Quest'amore è ormai tramontato",
lei rispose "Lo vedo da me".
Sospirò, poi me disse "Addio amore,
io però nun me scordo de te".

E da quel giorno che l'abbandonai,
la cerco ancora e nun la trovo mai.
Si è vero, fiume, che tu dai la pace,
me so' pentito, fammela trova'.

Proprio incontro ar battello
vedo n'ombra sull'acqua, più 'n quà,
s'ariggira, ed è un mulinello,
poi và sotto e riaffiora più in là.
Fate presto, è na donna affogata!
Poveraccia, penava, chissà!

La luna, da lassù, fà capoccella,
rischiara er viso de Ninetta bella.
Me chiese pace e io je l'ho negata,
fiume, perchè me l'hai rubata tu!

Me vojo sperde su o giù pe' fiume,
così, chissà me more assieme a te!

Italiano corrente


Quanta pena stasera
c'è sul fiume che sbuffa così,
disgraziato chi sogna e chi spera,
tutti al mondo dobbiamo soffrìre,
ma se un'anima cerca la pace,
può trovalla sortanto quì.

Il barcaiolo va contro corrente
e quando canta, l'eco si risente.
Se è vero, fiume, che tu dai la pace,
fiume fatato, non me la negare'.

Più di un mese è passato
da quando una sera dissi a Ninetta
"Questo amore è ormai tramontato",
Lei rispose "Lo vedo da me".
Sospirò, poi mi disse "Addio amore,
io però non mi scordo de te".

E da quel giorno che l'abbandonai,
la cerco ancora e non la trovo mai.
Se è vero, fiume, che tu dai la pace,
mi sono pentito, fammela trovare.

Proprio vicino al battello
vedo un'ombra sull'acqua, più in quà,
si rigira, ed è un mulinello,
poi và sotto e riaffiora più in là.
Fate presto, è una donna affogata!
Poveretta, penava, chissà!

La luna, da lassù, fà capolino,
rischiara il viso di Ninetta bella.
Mi chiese pace e io gliel'ho negata,
fiume, perchè me l'hai rubata tu!

Mi voglio perdere su o giù per il fiume,
così, chissà io muoia assieme a te!

     
 

Musica Italiana Copyright 2006-2017 "Pino Ulivi". Progetto, contenuto y pubblicazione da parte de "Leo Caracciolo"

Le canzoni in italiano sono dei loro rispettivi autori.