Domani

( Canta: Luciano Tajoli )
( Autore: Walter Coli - 1949 )

 

Originale


Forse per l'ultima volta
ti posso baciare,
ma questa notte
vorrei morire.

Sento una pena infinita
che stringe il mio cuore,
penso domani
che farò senza te.

Domani,
cosa sarà di me domani,
ti aspetterò, non tornerai,
ti chiamerò, non sentirai, sarai lontano.

Domani,
come un'immagine sbiadita,
ritornerai nella mia vita
che è senza domani.

Si spegnerà la luce
che mi faceva vivere,
si spegnerà la fede
che mi faceva credere.

Domani,
il mio tormento tu sarai,
vorrei che non sorgesse mai
il sole domani.

Ore che sembrano eterne
per chi si dispera,
ansia ed attesa
di chi sospira.

Nell'angosciosa incertezza
d'un triste abbandono,
dolci ricordi
voi restate con me.

Domani,
come un'immagine sbiadita,
ritornerai nella mia vita
che è senza domani.

Si spegnerà la fede
che mi faceva credere.

Domani,
il mio tormento tu sarai,
vorrei che non sorgesse mai
il sole domani.