Dicitencello vuje

( Canta: Renzo Arbore )
( Autori: E. Fusco - R. Falvo - 1930 )

Ascolta tutte le canzoni di Renzo Arbore

  • Dicitencello vuje - Renzo Arbore

 

Originale


Dicitencello
a 'sta cumpagna vosta
ch'aggio perduto 'o suonno
e 'a fantasia.

Ch' 'a penzo sempe,
ch' è tutt''a vita mia.
I' nce 'o vvulesse dicere,
ma nun ce 'o ssaccio dí.

'A voglio bene
'A voglio bene assaje.
Dicitencello vuje
ca nun mm' 'a scordo maje.

E' na passione
cchiù forte 'e na catena,
ca mme turmenta ll'anema
e nun mme fa campá.

Dicitencello
ch' è na rosa 'e maggio,
ch' è assaje cchiù bella
'e na jurnata 'e sole.

Da 'a vocca soja,
cchiù fresca d''e vviole,
i giá vulesse sèntere
ch'è 'nnammurata 'e me.

'A voglio bene.
'A voglio bene assaje.
Dicitencello vuje
ca nun mm' 'a scordo maje.

E' na passione
cchiù forte 'e na catena,
ca mme turmenta ll'anema
e nun mme fa campá.

Na lácrema lucente
v'è caduta,
dicíteme nu poco:
a che penzate?

Cu st' uocchie doce,
vuje sola mme guardate.
Levámmoce 'sta maschera,
dicimmo 'a veritá.

Te voglio bene.
Te voglio bene assaje.
Si' tu chesta catena
ca nun se spezza maje.

Suonno gentile,
suspiro mio carnale,
te cerco comm 'a ll'aria,
te voglio pe' campá.

Te voglio pe' campá!

Italiano corrente


Diteglielo
a questa vostra amica
che ho perduto il sonno
e la fantasia.

Che la penso sempre,
che è tutta la mia vita.
Io glielo vorrei dire,
ma non glielo so dire.

Le voglio bene.
Le voglio bene assai.
Diteglielo voi
che non la dimentico mai.

E' una passione,
più forte di una catena,
che mi tormenta l'anima
e non mi fa vivere.

Diteglielo
che è una rosa di maggio,
che è molto più bella
di una giornata di sole.

Dalla sua bocca,
più fresca delle viole,
io già vorrei udire
che è innamorata di me.

Le voglio bene.
Le voglio bene assai.
Diteglielo voi
che non la dimentico mai.

È una passione,
più forte di una catena,
che mi tormenta l'anima
e non mi fa vivere.

Una lacrima lucente
vi è caduta,
ditemi un poco:
a cosa pensate?

Con questi occhi dolci,
voi solo mi guardate.
Togliamoci questa maschera,
diciamo la verità.

Ti voglio bene.
Ti voglio bene assai.
Sei tu questa catena
che non si spezza mai.

Sogno gentile,
sospiro mio carnale,
ti cerco come l'aria,
ti voglio per vivere.

Ti voglio per vivere!