A Zonzo

( Canta: Ernesto Bonino )
( Autori: Filippini - Morbelli - 1942 )

 

Originale


Zonzo, paese di fate, paese di sole,
dove trascorrere tutta la vita vorrei.
Dolci sentieri di sogno fra tenere aiuole,
angolo di Paradiso, chiss dove sei.

Vado a Zonzo dove il cielo sempre blu,
dove i passeri che svolazzano sopra gli alberi
mi cinguettan di lass.
Quanta poesia! Oh!

Vado a Zonzo col mio cuore sognator
e gironzolo per i viottoli
dove olezzano sulle fronde mille fior
che parlano d'amor.

Questo il paese dell'eterna primavera,
il Paradiso dove nato il nostro amor.
Per le sue strade il cuore insegue una chimera,
mi sento l'anima leggera, bianca e pura come un fior.

Vado a Zonzo,
me ne vo di qu e di l,
vado libero come un passaro
e sento l'anima ebbra di felicit.

Sopra le carte geografiche e sul mappamondo
e sugli atlanti, per giorni e per notti cercai,
vane ricerche, il pi dolce paese del mondo,
Zonzo, paese felice, chiss dov' mai.

Vado a Zonzo dove il cielo sempre blu,
dove i passeri che svolazzano sopra gli alberi
mi cinguettan di lass.
Quanta poesia! Oh!

Vado a Zonzo col mio cuore sognator
e gironzolo per i viottoli
dove olezzano sulle fronde mille fior
che parlano d'amor.

Questo il paese dell'eterna primavera,
il Paradiso dove nato il nostro amor.
Per le sue strade il cuore insegue una chimera,
mi sento l'anima leggera bianca e pura come un fior.

Vado a Zonzo,
me ne vo di qu e di l,
vado libero come un passaro
e sento l'anima ebbra di felicit.

     
 

Musica Italiana Copyright 2006-2017 "Pino Ulivi". Progetto, contenuto y pubblicazione da parte de "Leo Caracciolo"

Le canzoni in italiano sono dei loro rispettivi autori.