A Zonzo

( Canta: Ernesto Bonino )
( Autori: Filippini - Morbelli - 1942 )

 

Originale


Zonzo, paese di fate, paese di sole,
dove trascorrere tutta la vita vorrei.
Dolci sentieri di sogno fra tenere aiuole,
angolo di Paradiso, chissą dove sei.

Vado a Zonzo dove il cielo č sempre blu,
dove i passeri che svolazzano sopra gli alberi
mi cinguettan di lassł.
Quanta poesia! Oh!

Vado a Zonzo col mio cuore sognator
e gironzolo per i viottoli
dove olezzano sulle fronde mille fior
che parlano d'amor.

Questo č il paese dell'eterna primavera,
il Paradiso dove č nato il nostro amor.
Per le sue strade il cuore insegue una chimera,
mi sento l'anima leggera, bianca e pura come un fior.

Vado a Zonzo,
me ne vo di quą e di lį,
vado libero come un passaro
e sento l'anima ebbra di felicitą.

Sopra le carte geografiche e sul mappamondo
e sugli atlanti, per giorni e per notti cercai,
vane ricerche, il pił dolce paese del mondo,
Zonzo, paese felice, chissą dov'č mai.

Vado a Zonzo dove il cielo č sempre blu,
dove i passeri che svolazzano sopra gli alberi
mi cinguettan di lassł.
Quanta poesia! Oh!

Vado a Zonzo col mio cuore sognator
e gironzolo per i viottoli
dove olezzano sulle fronde mille fior
che parlano d'amor.

Questo č il paese dell'eterna primavera,
il Paradiso dove č nato il nostro amor.
Per le sue strade il cuore insegue una chimera,
mi sento l'anima leggera bianca e pura come un fior.

Vado a Zonzo,
me ne vo di quą e di lį,
vado libero come un passaro
e sento l'anima ebbra di felicitą.

     
 

Musica Italiana Copyright 2006-2017 "Pino Ulivi". Progetto, contenuto y pubblicazione da parte de "Leo Caracciolo"

Le canzoni in italiano sono dei loro rispettivi autori.