A tazza 'e cafe'

( Canta: Massimo Ranieri )
( Autori: G. Capaldo - V. Fassone - 1918 )

Ascolta tutte le canzoni di Massimo Ranieri

  • A tazza 'e cafe' - Massimo Ranieri

 

Originale


Vurría sapé pecché si mme vedite,
facite sempe 'a faccia amariggiata.
Ma vuje, quanto cchiù brutta ve facite,
cchiù bella a ll'uocchie mieje v'appresentate.
I' mo nun saccio si ve n'accurgite.

E cu sti mode, oje Bríggeta,
tazza 'e café parite,
sotto tenite 'o zzuccaro,
e 'ncoppa, amara site.

Ma i' tanto ch'aggi' 'a girá,
e tanto ch'aggi''a vutá,
ca 'o ddoce 'e sott''a tazza
fin'a 'mmocca mm'ha da arrivá.

Cchiù tiempo passa e cchiù v'arrefreddate
'mméce 'e ve riscaldá. Caffè squisito!
'O bbello è ca, si pure ve gelate,
site 'a delizia d''o ccafé granito,
facenno cuncurrenza â limunata.

Ma cu sti mode, oje Bríggeta,
tazza 'e café parite,
sotto tenite 'o zzuccaro,
e 'ncoppa, amara site.

Ma i' tanto ch'aggi' 'a vutá,
e tanto ch'aggi''a girà,
ca 'o ddoce 'e sott''a tazza
fin'a 'mmocca mm'ha da arrivá.

Vuje site 'a mamma d''e rrepassatore.
E i', bellezza mia, figlio 'e cartaro.
Si vuje ve divertite a cagná core,
i' faccio 'e ccarte pe' senza denare.
Bella pareglia fóssemo a fá 'ammore!

Ma cu sti mode, oje Bríggeta,
tazza 'e café parite,
sotto tenite 'o zzuccaro,
e 'ncoppa, amara site.

Ma i' tanto ch'aggi' 'a vutá,
e tanto ch'aggi''a girá,
ca 'o ddoce 'e sott''a tazza
fin'a 'mmocca mm'ha da arrivá.

Italiano corrente


Vorrei sapere perché se mi vedete,
fate sempre la faccia amareggiata.
Ma voi, quanto più brutta vi fate,
più bella ai miei occhi mi apparite.
Ora non so se ve ne accorgete.

E con questi modi, oh Brigida,
una tazza di caffè sembrate,
sotto avete lo zucchero,
e sopra, amara siete.

Ma io tanto che devo girare,
e tanto che devo girare,
che il dolce da sotto la tazza
fino in bocca mi deve arrivare.

Più tempo passa e più vi raffreddate
invece di riscaldarvi. Caffè squisito!
Il bello è che se anche vi gelate,
siete la delizia della granita di caffè
facendo concorrenza alla limonata.

Ma con questi modi, oh Brigida,
una tazza di caffè sembrate,
sotto avete lo zucchero,
e sopra, amara siete.

Ma io tanto che devo girare,
e tanto che devo girare,
che il dolce da sotto la tazza
fino in bocca mi deve arrivare.

Voi siete la mamma dei burloni.
Ed io, bellezza mia, figlio di postino.
Se voi vi divertite a cambiare cuore,
io faccio le carte senza chiedere soldi.
Bella coppia saremmo a fare l'amore!

Ma con questi modi, oh Brigida,
una tazza di caffè sembrate,
sotto avete lo zucchero,
e sopra, amara siete.

Ma io tanto che devo girare,
e tanto che devo girare,
che il dolce da sotto la tazza
fino in bocca mi deve arrivare.

     
 

Musica Italiana Copyright 2006-2017 "Pino Ulivi". Progetto, contenuto y pubblicazione da parte de "Leo Caracciolo"

Le canzoni in italiano sono dei loro rispettivi autori.