Arlecchino gitano

( Canta: Dalida )
( Autori: Giraud - Trojac - 1961 )

Ascolta tutte le canzoni di Dalida

  • Arlecchino gitano - Dalida

 

Originale


Quando un vibrar di chitarra accorata e bizzara,
nasce cercando la luna che risplende serena,
un Arlecchino gitano arriva da lontano
e canta la serenata ai sogni di Granada.

╚ primavera lÓ nell'Estremadura,
sboccia la giovent¨ che per˛ non dura,
triste Ŕ l'autunno, giÓ viene con la sera,
meglio perci˛ baciar ogni bocca che puoi trovar.

Quell'Arlecchino gitano che arriv˛ da lontano,
desta un vibrar di chitara accorata e bizzara,
e sotto un raggio di luna rivede Colombina
che ascolta la serenata di un Pierrot di Granada.

╚ primavera lÓ nell'Estremadura,
lei lo lasci˛ perchÚ mai l'amore dura,
e quando lo baci˛ non fu mai sincera,
meglio dimenticar, alla bianca luna cantar.

Quando un vibrar di chitarra accorata e bizzara,
nasce cercando la luna che risplende serena,
un Arlecchino gitano arriva da lontano
e canta la serenata ai sogni di Granada.

╚ primavera ancor nell'Estremadura,
egli ha vent'anni, il cuore non si dispera,
certo una bocca ancor troverÓ sincera
che gli farÓ scordar chi lo volle un giorno lasciar.

     
 

Musica Italiana Copyright 2006-2017 "Pino Ulivi". Progetto, contenuto y pubblicazione da parte de "Leo Caracciolo"

Le canzoni in italiano sono dei loro rispettivi autori.