Alle Terme di Caracalla

( Canta: Clara Jaione )
( Autori: Pinchi - Savar (Ravasini) - 1950 )

Ascolta tutte le canzoni di Clara Jaione

  • Alle Terme di Caracalla - Clara Jaione

 

Originale


Tutta la storia romana
vicina e lontana, mi par di sognar.
E fra i ruderi che son li da millenni,
la notte e il d
mi rimetto a fantasticare cos.

Alle Terme di Caracalla
i romani giocavano a palla,
dopo il bagno verso le tre
chi la tira a me, chi la tira a te,
o con le mani o coi pi.

Alle Terme di Caracalla
forse i pesci venivano a galla,
ogni notte verso le tre
chi la tira a me, chi la tira a te,
poi si pescavan da se.

Poi ripenso
agli Orazi e Curiazi,
ai guerrieri che non ci son pi,
a Poppea, a Nerone, ai Patrizi,
ma non so caricar la TV.

Alle Terme di Caracalla
i romani giocavano a palla,
dopo il bagno verso le tre
chi la tira a me, chi la tira a te,
e poi gridavan: Ol!

Dopo il bagno verso le tre
chi la tira a me, chi la tira a te.

Ogni notte verso le tre
chi la tira a me, chi la tira a te.

Oggigiorno per Caracalla:
"Una furtiva lacrima"
nella notte si sente cantar.
"Una voce poco fa"
come un eco risponde alla folla.
"Chi mi prega in tal momento"
Caracalla si mette a gridar.

Alle Terme di Caracalla,
alla notte la luna gi bella,
al ritorno cantiamo insiem
caro, caro ben,
caro, caro ben,
sempre felici sarem.

Sempre felici sarem. Ol!

     
 

Musica Italiana Copyright 2006-2017 "Pino Ulivi". Progetto, contenuto y pubblicazione da parte de "Leo Caracciolo"

Le canzoni in italiano sono dei loro rispettivi autori.